Public Speaking

19 Marzo, 2021 By Andrea Abondio

“Qual è la sua paura più grande?” Sembrerebbe che la seconda risposta più frequente a questa domanda sia la paura di morire.

Indovina qual è la prima? Hai indovinato: 

La paura di parlare in pubblico.

 

Quindi ora andiamo a scoprire insieme i 5 consigli per parlare in pubblico del più grande oratore degl’ultimi tempi: Obama

Nel corso della campagna elettorale Obama ha lavorato duramente con i suoi collaboratori per preparare al meglio ogni singolo discorso e per competere senza sorprese nei confronti televisivi.

Prova a sintetizzare il tuo intervento in 7-10 punti chiave in modo da non perdere mai il filo del discorso. Fondamentale, parla ad una persona alla volta, ciò che c’’è di veramente terrorizzante nel parlare in pubblico è… il pubblico.

Un insieme indistinto di occhi che ti fissano, in silenzio, in attesa del tuo discorso: sembra quasi un film dell’orrore! Impara a guardare il pubblico negli occhi, ma sempre una sola persona alla volta, ed il pubblico svanirà.

 

 

Sfrutta umiltà ed umorismo.

Iniziare un discorso ammettendo la propria paura di parlare in pubblico o il proprio nervosismo è allo stesso tempo un modo per esorcizzare tale paura e per accattivarsi le simpatie del pubblico.

Questo non significa fare dell’ umorismo forzato: sarebbe controproducente.

Ma a volte è sufficiente dare risalto ad un evento inaspettato per creare empatia e simpatia nel pubblico. Quando hai paura sei concentrato su te stesso ed ogni imprevisto durante il tuo discorso ti destabilizza. Ma quando acquisisci sicurezza, gli imprevisti diventano il modo migliore per rompere il ghiaccio con il tuo pubblico.

Non sottovalutare la fase di preparazione del tuo intervento, ma una volta sceso nell’a rena impara ad affrontare gli imprevisti con disinvoltura: non pretendere di essere perfetto, cerca di essere il migliore.

Non avere fretta.

Superare la paura di parlare in pubblico richiede un comportamento essenziale: impara a parlare lentamente, inserendo pause nel tuo discorso.

Affronta ogni punto chiave del tuo intervento in modo esaustivo, chiarendo tutti i passaggi logici.

Evita quei finali brutali, generalmente accompagnati da frasi del tipo: “io avrei finito”, “tutto qua”, etc; il pubblico vuole essere accompagnato: chiarisci fin dall’’inizio la scaletta del tuo intervento e riproponila più volte durante il tuo discorso come fosse una mappa.

Insomma, dai un ritmo al tuo discorso e crea enfasi intorno al finale.